SEI IN > VIVERE BRESCIA > CRONACA
comunicato stampa

GDF di Ancona: maxi frode fiscale, scoperte fatture false per un importo di quasi 2mld di euro

1' di lettura
24

guardia di finanza

100 Fiamme Gialle, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, in continuità con un’analoga operazione condotta in questo capoluogo di Provincia, dalla Tenenza della Guardia di Finanza di Senigallia, stanno procedendo all’esecuzione di più di 30 perquisizioni nelle Province di Milano, Varese, Brescia, Monza, Padova e Ragusa, nei confronti di 85 indagati per un ingente frode fiscale.

Ammonta a 1 miliardo e 700 milioni l’importo delle fatture false scoperte dai Finanzieri del Comando Provinciale di Ancona di cui hanno illecitamente usufruito migliaia di imprese per non versare le imposte all’Erario e per trasferire all’estero gli illeciti profitti.

L’attività investigativa era stata denominata “Fast & Clean”, per la velocità con cui le operazioni illecite venivano portate a termine, garantendo la ripulitura del denaro mediante la simulazione di operazioni commerciali mai avvenute. Le modalità adottate assicuravano agli imprenditori coinvolti, italiani e cinesi, l’immediata disponibilità del profitto della frode fiscale.

La fenomenologia illecita accertata rientrerebbe nella fattispecie della c.d. “underground bank”, ovvero il sistema di una banca occulta, al servizio dell’economia illegale, che grazie ad una struttura organizzata e complessa è in grado di trasferire e riciclare somme miliardarie e di utilizzare provviste di denaro contante, non tracciato, per la restituzione, all’impresa destinataria delle fatture false, di parte degli importi dalla stessa bonificati.



guardia di finanza

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-01-2024 alle 13:14 sul giornale del 26 gennaio 2024 - 24 letture






qrcode