SEI IN > VIVERE BRESCIA > CRONACA
articolo

Usura ed estorsione, due misure cautelari e sequestri per oltre 30 mila euro

1' di lettura
22

La guardia di finanza di Brescia hanno eseguito misure cautelari nei confronti di due uomini, un italiano e un albanese, ritenuti responsabili dei reati di usura ed estorsione.

L'albanese è stato posto ai domiciliari mentre per l'italiano è stato disposto il divieto di avvicinamento alla vittima. Secondo l'accusa i due avrebbero finanziato un imprenditore bresciano in crisi di liquidità, per un ammontare iniziale pari a 18.00 euro, pretendendo la restituzione di 80.000 euro, con un tasso di interesse usurario pari al 444,44%. Inoltre vittima, ormai gravemente indebitata, non riuscendo a restituire il capitale finanziato ed i relativi interessi, sarebbe stata più volte minacciata di gravi conseguenze qualora non avesse restituito la somma prestata.

Le indagini hanno inoltre consentito di ricostruire un altro episodio di usura ed estorsione ad opera del solo albanese ai danni dello stesso imprenditore, risalente a circa un anno addietro: un prestito da 10.000 euro con un tasso di interesse usurario del 250%. Inoltre nel corso delle relative perquisizioni domiciliari i finanzieri hanno sequestrato denaro contante per oltre 30.000 mila e 2 orologi di valore.



Questo è un articolo pubblicato il 10-05-2024 alle 17:21 sul giornale del 11 maggio 2024 - 22 letture






qrcode